Alessio Gallerani

SILK ROAD

SILK ROAD

Un gruppo di loschi personaggi legati da un misterioso patto di sangue si riunisce ogni 137 mesi lunari per attuare un evento da cui dipendono le loro stesse vite. In un mondo che vive una profonda crisi da oltre trent'anni, cosa spinge le persone a intraprendere un pericoloso viaggio verso la Cina in una carovana improvvisata con mezzi di fortuna? Nessun posto si rivelerà peggiore di quello che troveranno in uno sperduto villaggio nel deserto dell'Uzbekistan.
Quello che per tutti i protagonisti doveva essere un viaggio della speranza si trasformerà in un vortice di situazioni che li condurrà faccia a faccia con la morte.

Leggi il primo capitolo

1
10 giugno 2053. California settentrionale, non lontano da Sacramento.
Dannazione! Ancora quella fila di persone davanti alla stazione di 
Polizia!
Non ne possiamo più, vero amici? 
Ma tant’è vero che mi chiamo Telly Callaghan, li farò spedire via 
tutti, a costo di spararli a casa a calci in culo.
Non se ne può più di queste richieste di assistenzialismo. Da 
quando hanno introdotto la giustissima Legge Pay per Law, non si 
contano più queste scene pietose davanti ai nostri uffici. Non abbiamo anche noi diritto di lavorare in tranquillità come tutti? 
Come dice il nostro sindacato, la Polizia deve Servire e Proteggere e avere un Giusto Compenso.
Non ne potevamo più di gettarci nel traffico a qualunque ora del 
giorno e della notte per un misero stipendio. Rischiare la vita 
sempre per gli stessi pochi soldi. 
Ora la nostra conquista sindacale l’abbiamo avuta e ce la teniamo 
ben stretta. Pagare per avere il nostro intervento, mi sembra una 
soluzione equa.
Chiamata istantanea con un semplice SMS, una MAIL o una CALL 
sui social, e addebito diretto sulla carta di credito.
Non avete una carta di credito? Ma andiamo! Non è possibile, 
chiunque ha una carta di credito, e se dite non di non averla, state 
attenti, potremmo sbattervi in gattabuia per dichiarazione mendace.
Vi sembrano molti 500 dollari per una richiesta d’intervento delle 
forze dell’ordine? Voi chiedete e noi arriviamo in pochi minuti. Se 
rileviamo che il nostro intervento non è necessario, non vi denunciamo nemmeno per provocato allarme. Se mi dite che la situazione per i civili non è migliorata...
Inoltre, se constatiamo che la situazione esige il nostro intervento, 
allora verifichiamo la disponibilità di ulteriore contante sulla car-
10
ta del chiamante e operiamo. Operiamo per la sicurezza dei cittadini.
C’è un prezzario per i nostri interventi consultabile al sito 
http//pay–per–law/faq.in.your.ass.
Tutte le nostre lotte sindacali non sono state fatte a caso, un poliziotto meglio pagato, meglio lavora. L’abbiamo fatto per una 
maggiore efficienza della Polizia, per combattere più efficacemente il crimine. Qualcuno l’ha capito?
A quanto pare, no!
Ogni dannato giorno dalla promulgazione della legge mi vedo arrivare una mandria di persone a protestare lamentandosi che è 
povera, che la Polizia dovrebbe proteggere i cittadini senza chiedere soldi, che in realtà la Polizia viene già pagata dallo Stato 
grazie alle tasse.
Tutte stronzate!
Ma non preoccupatevi, il nostro servizio a pagamento rimane efficiente, anche con questi problemi che ci assillano quotidianamente. 
E ci sarà una fine anche a questo stato temporaneo di cose. Aspettiamo con ansia la legge, già proposta dai nostri rappresentanti al 
Governo, sul libero uso delle armi per disperdere coloro che ostacolano il duro lavoro delle Forze dell’Ordine.
A risentirci allora cari ascoltatori, dal vostro rappresentante della 
Legge preferito, TellySempreconlapistolainmano Callaghan. E... 
Bang! Bang!
WebTG–Cop, diretta da nord California.
Jason chiude la valigetta con uno scatto.
«Solo il minimo indispensabile. E spegni quella dannata WebTV, 
Gerome!»
«Sì, padre.»
«Dillo anche a tua moglie, dobbiamo viaggiare leggeri» sorride.
«Sarà più difficile con lei» sorride il figlio, a sua volta.
«Con Tanya invece sarà impossibile» stavolta l’uomo ride apertamente.
11
S’interrompe per un secondo. La piscina davanti alla vetrata della 
camera da letto manda i lucenti riflessi di un tramonto dorato, ma 
anche qualcos’altro. Qualcosa d’imprecisato. Forse un riflesso diverso dal solito. Una cosa infinitesima. Un elemento dissonante. 
Jason scocca un’occhiata a Gerome. Nessuna parola, ma il figlio 
capisce e si butta a terra. 
Anche Jason si getta a lato, per cercare una protezione dietro il letto giapponese di legno massiccio.
Un attimo dopo una violenta grandinata orizzontale disegna ragnatele di crepe sulla vetrata. La prima raffica di proiettili non è in 
grado di sfondare, ma la seconda, che arriva subito dopo, abbatte 
la cortina vitrea con un rombo sordo. 
Il disturbo di pochi attimi prima si è trasformato, ombre scure che 
danzano sul pelo dell’acqua, dall’altra parte della piscina. 
«Dov’è la security? Dove diavolo è?» urla il figlio, steso dietro la 
Jacuzzi, a un paio di metri dai piedi del letto.
«Temo che non siano così efficienti come dicevano. Dovremo cavarcela da soli prima che arrivi la seconda squadra.»
Afferra la valigetta con la sinistra, rimanendo sotto la protezione 
del letto, e la apre. All’interno, sopra i pochi vestiti, vi sono mitragliette e pistole semiautomatiche. Estrae una H&K MP5 e la fa 
scivolare sul pavimento fino al figlio.
«Corri da Senda» gli urla.
Altri colpi attraversano la stanza e vanno ad aggiungere particolari 
interessanti a un Pollock di dimensioni parietali alle sue spalle.
«Vado. E Tanya?»
«Nella dépendance.» 
«Merda!»
«Vai, Gerome, vai! Ognuno per sé. Non perdiamo tempo.»
Gerome striscia verso l’uscita rimanendo in copertura.
Altri colpi. Il Pollock ormai è diventato un’altra cosa.

Specifiche

  • Genere: Avventura
  • Collana: BLACK-OUT
  • Formato: Brossura
  • Pagine: 298
  • ISBN: 979-12-80877-21-5
  • Anno pubblicazione: 2022
  • Prezzo copertina:: 20
  • Esiste la versione ebook?: Si
  • Prezzo ebook: 4,95

Link per l'acquisto del libro dall'editore

Link alla casa editrice

Associazione Editori Emilia-Romagna © 2022
Via Piave 60, 41121 - Modena - Italy
Codice fiscale: 94146500361

Telefono: 351 886 28 90
Email: info@editoriemiliaromagna.it

Privacy: questo sito non raccoglie e non tratta dati di nessun tipo.
Cookies: utilizziamo solo cookies necessari al funzionamento del sito. Non usiamo altri cookies di nessun tipo (analisi traffico, marketing, profilazione o altro).