Salvatore Trapani

Di fronte alla Shoah Arte fra testimonianza ed empatia

Di fronte alla Shoah

Con questo saggio dedicato ad alcuni celebri artisti deportati nei Lager nazisti e ad altri contemporanei — definiti empatici — Salvatore Trapani instrada la memoria della Shoah lungo nuove vie, che permettono al lettore di abbracciare un più ampio orizzonte analitico. Non si tratta del solo percorso artistico, di chi ha visto con i propri occhi le atrocità compiute dal nazifascismo, né di pure impressioni emotive scaturite dall’impatto con la Storia. Si tratta di un discorso più profondo, che dalle Avanguardie artistiche del Novecento, passate per l’Olocausto, è arrivato a straordinarie sensibilità dell’arte contemporanea in un percorso frastagliato, ma in perfetta continuità, senza cesure tra il prima e il dopo Auschwitz. Queste esperienze artistiche allargano la percezione consolidata del racconto sulla Shoah a nuovi canali comunicativi: dopo la letteratura, il cinema e la documentaristica, anche le arti visive si attestano come strumento narrativo della memoria. Con il vantaggio di un occhio critico rivolto anche e soprattutto al presente, come fece, agli inizi del Novecento, l’Espressionismo che sancì la fine dell’arte come puro diletto, per cucirla alla vita, trasformando gli artisti in creature più sensibili, quasi prive di pelle con le distorsioni sociali a bruciare come ferite. Da qui la denuncia e l’aperta opposizione ai meccanismi sociali, che presto avrebbero portato alle dittature nazista e fascista, con la loro famelica brutalità. Salvatore Trapani affronta la produzione di alcuni artisti all’interno dei campi di concentramento (Felix Nussbaum, Boris Taslitzky e Jean-Paul Laurens) e quella degli artisti delle generazioni successive, impegnati sul filo della memoria e dell’attualità (Aldo Sergio, Santiago Ydañez, Gabriele Arruzzo, Giorgio Ortona, Zbigniew Libera, Alan Schechner e Shimon Attie), per superare il diktat di Adorno «niente più poesia dopo Auschwitz» e condurre la memoria oltre i sopravvissuti, attraverso nuovi linguaggi espressivi e d’impegno, per recuperare pagine del passato e ancorarle al presente.

 

Specifiche

  • Genere: Saggistica
  • Collana: Il cannocchiale
  • Formato: 14×21 cm
  • Pagine: 144
  • ISBN: 978-88-98420-79-78
  • Anno pubblicazione: 2022
  • Prezzo copertina:: 18,50
  • Esiste la versione ebook?: no

Link per l'acquisto del libro dall'editore

Link alla casa editrice

Associazione Editori Emilia-Romagna © 2022
Via Piave 60, 41121 - Modena - Italy
Codice fiscale: 94146500361

Telefono: 351 886 28 90
Email: info@editoriemiliaromagna.it

Privacy: questo sito non raccoglie e non tratta dati di nessun tipo.
Cookies: utilizziamo solo cookies necessari al funzionamento del sito. Non usiamo altri cookies di nessun tipo (analisi traffico, marketing, profilazione o altro).