Leda Rafanelli

Incantamento

Incantamento

Nella convulsa e frivola Milano degli anni che di poco precedono la grande guerra, il giornalista rampante Lorenzo Ardèvi incontra in una casa bizzarra, arredata come il palazzo di un pascià, una enigmatica signora d’Oriente: Gamìla, regale come una faraònide e pericolosa come un aspide. La visione occidentale del mondo e dell’amore, la brama di azione e di possesso si scontrano irrimediabilmente con la saggezza orientale, con il fatalismo arabo, con la paradossale libertà dell’harem. La sensuale Gamìla — ora maliarda ora mercantessa, ora fattucchiera ora sovrana — custodisce segreti indicibili del passato e nel presente, ma nasconde in sé anche una forza imprevista. Nel protagonista del romanzo Incantamento — scritto nel 1917-18, pubblicato nel 1921 con lo pseudonimo di Sahra e qui riproposto a cura di Maria Milva Cappellini — Leda Rafanelli raffigura Benito Mussolini, con il quale ha vissuto fra il 1913 e il 1914 una travagliata relazione sentimentale, ammaliandolo con la propria originalità di pensiero e lo stile di vita arabeggiante. Il futuro dittatore è all’epoca direttore dell’«Avanti», ma la scelta militarista porrà bruscamente fine al suo rapporto con Leda, anarchica e pacifista. In Incantamentol’autrice smaschera smaschera un uomo che incarna tutta la frenesia e insieme tutta l’ottusità di un Occidente il quale, già insanguinato, di lì a poco scatenerà gli orrori dei totalitarismi e di una nuova guerra mondiale, e disegna una donna che porta dentro di sé, insieme ad ambiguità e dolori, una grande, libera potenza.

"Chiudete pure i vostri grandi occhi, o signore, e sognate! Dovete essere tanto stanco e tanto annoiato. Voi logorate ogni vostro nervo in una vana fatica; voi siete incalzato sempre dal tempo che corre e che vi incita alla fretta. La fretta è un’invenzione diabolica, e rovina tutta l’esistenza degli uomini di Occidente. Perché correre quando si può camminare? E perché camminare quando si può star fermi? E perché ora che potete dormire non dormite? Sonno, stato di grazia… Il sonno, l’amore e la speranza sono le più belle cose che Dio ha donato all’uomo per aiutarlo a sopportare l’esistenza. Sognate, sognate. L’illusione è l’unica realtà della vita. Non vi affrettate più sul vostro cammino. Pensate invece che dove si deve arrivare, fatalmente, si arriva."

Specifiche

  • Genere: Narrativa
  • Collana: La locanda
  • Formato: 14x21 cm
  • Pagine: 290
  • ISBN: 9798898420971
  • Anno pubblicazione: 2022
  • Prezzo copertina:: 19
  • Esiste la versione ebook?: no

Link per l'acquisto del libro dall'editore

Link alla casa editrice

Associazione Editori Emilia-Romagna © 2022
Via Piave 60, 41121 - Modena - Italy
Codice fiscale: 94146500361

Telefono: 351 886 28 90
Email: info@editoriemiliaromagna.it

Privacy: questo sito non raccoglie e non tratta dati di nessun tipo.
Cookies: utilizziamo solo cookies necessari al funzionamento del sito. Non usiamo altri cookies di nessun tipo (analisi traffico, marketing, profilazione o altro).